Il maxicrocifisso di Mimmo Paladino in Piazza Santa Croce a Firenze

Mimmo Paladino affronta ancora una volta lo spazio pubblico con un maxicrocifisso dalle dimensioni colossali, conquistando il cuore della celebre Piazza Santa Croce di Firenze. 57 blocchi di marmo bianco proveniente dalle cave di Carrara per costruire questa mega installazione in occasione della kermesse dei beni culturali Florens 2012 che quest'anno si intitola "Cultura, qualità della vita".

L'artista ha scalfito il marmo con elementi simbolici, volti, cifre, lettere, sfoderando ambiziosamente tutto il repertorio del suo personale linguaggio figurativo, cifra stilistica che l'ha reso noto ed apprezzato in tutto il mondo. L'opera d'arte di Mimmo Paladino, dalle dimensioni decisamente imponenti, 80X50 metri, sovrasta ora la bellissima piazza fiorentina, sintesi della nostra più suprema storia dell'arte, dove i blocchi sono stati abilmente disposti orizzontalmente. L'invaso della piazza è poi stato ricoperto con un fitto e candido tappeto di ciottoli bianchi, un manto di marmo come neve che riflette magicamente la luce del sole e quella artificiale notturna e conferisce a Piazza Santa Croce un'aria quasi mistica, ancor di più in vista del Natale.

Domenico Paladino in arte Mimmo Paladino, non è nuovo a questo genere di mega installazioni en plein air, opere d'arte di forte impatto visivo ed emozionale sul pubblico, ci ricordiamo tutti infatti la maestosa Montagna di Sale di Piazza Plebiscito a Napoli nel 1995, punto di confluenza dei suoi lavori contemporaneamente esposti al Museo Pignatelli e alle Scuderie di Palazzo Reale ed esposta poi anche in altre città tra cui Milano.

Domenico Paladino è uno dei nostri artisti italiani di maggior calibro e talento, conosciuto in tutto il mondo, è tra gli esponenti di spicco della Transavanguardia nostrana. Ma questo artista dalle spiccate doti comunicative è attivo su più fronti, lavora da sempre nel profondo della sperimentazione che parte dal linguaggio dell'arte e dalle sue articolazioni concettuali ed espressive. Ricordiamo anche nei tempi recenti, esattamente nel 2003, quando Mimmo Paladino viene scelto in qualità di rappresentante dell'arte italiana durante la presidenza a Bruxelles con la sua scultura equestre Zenith, installata per l'occasione nella piazza della sede del Parlamento Europeo.

  • shares
  • Mail