I tarocchi Sola Busca e la cultura ermetico-alchemica in mostra a Brera

Il mazzo di tarocchi più antico mai realizzato in Italia? Sono le carte del mazzo Sola Busca (Venezia, 1491) che è in mostra da lunedì scorso alla Pinacoteca di Brera a Milano. Si tratta di stampe su carta da incisioni a bulino, in principio montate su cartoncino, successivamente miniate a colori e oro. I tarocchi Sola Busca e la cultura ermetico-alchemica tra Marche e Veneto alla fine del Quattrocento - è il titolo dell'allestimento curato da Laura Paola Gnaccolini, che sarà visitabile fino al 17 febbraio 2013.
Il mazzo, comprendente 78 carte miniate, 22 'trionfi' e 56 carte dei quattro semi tradizionali italiani (denari, spade, bastoni e coppe), era stato comprato tre anni fa dal Ministero per i Beni e le Attività Culturali, che aveva esercitato il diritto di prelazione. Fortunatamente è giunto fino a noi completo.
Era utilizzato per giocare ai 'triomphi', l'antesignano dei tarocchi, un raffinato e intricato gioco in uso nelle corti, che non comprendeva ancora l'aspetto divinatorio. Partendo dagli 'exempla' degli Uomini illustri dell’antichità, ciascun giocatore doveva puntare al perfezionamento interiore, attraverso pratiche alchemiche e dottrine ermetiche, per raggiungere uno stato di semidivinità.

I tarocchi Sola Busca - Pinacoteca di Brera

fante di bastoni
nenbroto
Tre di spade
Mato
Sei di denari

Anche se permangono dubbi circa l'attribuzone dei tarocchi di Sola Busca, secondo le ultime analisi ci sono buone probabilità che si tratti di Nicola di maestro Antonio. Del pittore marchigiano a Brera si presentano quindi alcune opere, fra cui diverse incisioni dei Tarocchi, la Pala Massimo, il San Bartolomeo e le Due donne in profilo.
Da segnalare infine un'interessante iniziativa. L'ingresso intero alla singola mostra costa 10 euro, ma con 22 euro si può acquistare un abbonamento annuale, valido per accedere a tutta la programmazione della Pinacoteca di Brera fino al dicembre 2013.

Tre di bastoni
olivo
Olinpia
Deo Tauro
Nerone
Dieci di coppe

  • shares
  • Mail