La Roma sparita di Roesler Franz al Museo in Trastevere

Piazza Barberini – La Via del Tritone al fondo - 1885ca - Roesler Franz - In b.a.d. E. Roesler Franz Roma

Per chi a Roma arriva e per chi a Roma rimane, due eventi mostrano lati nascosti o scomparsi della capitale.

La prima occasione si ha al Museo di Roma in Trastervere, dove fino al 7 settembre ci sono "Gli acquerelli di Roesler Franz", precisamente 102 dei 119 dipinti dal vedutista romano che ritraggono una Roma sparita, quella di fine Ottocento.

Agli acquarelli della collezione permanente del museo sono stati aggiunti altri, così che dopo decenni si possono osservare in un unico spazio gran parte dei lavori di Franz. Le zone dipinte sono quelle delle rive del Tevere, di Piazza Venezia, Trastevere, del quartiere Monti fino ad arrivare al Ghetto e ai rioni storici di Borgo, cioè le aree che subirono maggiori trasformazioni di ammodernamento, una volta che la città divenne capitale.

La raccolta Roma sparita si compone di tre serie, ciascuna di 40 opere. E' soprattutto a questo lavoro che l'artista deve la sua fama.

Gli acquerelli di Roesler Franz - Ettore Roesler Franz - Museo di Roma in Trastevere - Roma
La via Fiumara, nel Ghetto, inondata - ante 1883 - Ettore Roesler Franz - In b.a.s. E. Roesler Franz  Roma
Isola Tiberina da ponente col Ponte Cestio prima delle ultime demolizioni - 1878 - Ettore Roesler Franz - In b.a.s. E. Roesler Franz Roma 1878

  • shares
  • Mail