Vincent van Gogh: scoperto viso cupo di donna sotto la tela Grasgrond

Grasgrond (prima) - 1887 - Vincent van Gogh

Attraverso un acceleratore di particelle, il sincrotrone, un team di scienziati olandese ha scoperto ad Amburgo che dietro la tela "Grasgrond" dipinta da Vincent van Gogh nel 1887, c'è un viso di donna, disegnato quindi in precedenza dall'artista.

La notizia è apparsa sulla rivista Analytical Chemistry. Dopo due giorni passati sotto raggi x, la tela del sentiero d'erba ha rivelato un viso di donna dai colori cupi. Questa la spiegazione tecnica: Il fascio di energia ha eccitato gli atomi dei metalli che compongono i pigmenti del quadro, che sono stati quindi 'fotografati'. Una volta ottenuta la distribuzione dei metalli, i fisici sono riusciti a ricostruire strato per strato i colori presenti sulla tela grazie al computer. E mentre lo strato visibile del dipinto è composto da zinco, bario e zolfo, quello nascosto è formato da antimonio e mercurio.

La scoperta conferma quello che già si ipotizzava e cioè che l'artista utilizzasse più volte le tele in mancanza di denaro.

Via | Corriere

Un viso di donna in Grasgrond di Vincent van Gogh
Grasgrond (dopo) - 1887 - Vincent van Gogh

  • shares
  • Mail