Palladio 500 anni. A Vicenza la grande mostra

Capriccio palladiano - Canaletto - Galleria Nazionale di Parma

Cominciano da Vicenza le celebrazioni per il quinto centenario della nascita di Andrea Palladio. Inaugura infatti il 20 settembre a Palazzo Barbaran da Porto "Palladio 500", una grande mostra che vuole celebrare il genio locale del figlio del mugnaio diventato il piu' celebre architetto degli ultimi cinque secoli a livello mondiale.

Per raccontare Palladio, e' stato costituita una equipe internazionale di studiosi provenienti dall'Italia, Francia, Gran Bretagna, Germania, Spagna, e Stati Uniti d'America che in cinque anni di ricerche ha raccolto fotogrammi unici, ritrovati in oltre ottanta musei e biblioteche di tutta Europa. Circa 300 opere originali tra cui 78 disegni autografi (molti dei quali ritornano in Italia dopo la vendita da parte di Vincenzo Scamozzi all'architetto inglese Inigo Jones nel 1614) dipinti, libri, manoscritti, mappe, bronzetti, monete e numerosi modelli architettonici.

Palladio 500 anni - Palazzo Barbaran da Porto - Vicenza
Progetto per la controfacciata di San Francesco della Vigna a Venezia - Andrea Palladio - Musei Civici, Vicenza
Foglio preparatorio per i Quattro Libri - Andrea Palladio - Royal Institute of British Architecth, Londra
Pianta di Villa Rotonda
Villa Foscari detta la Malcontenta, Gambare di Mira, Venezia

Villa Barbaro, Maser (Treviso) - © Pino Guidolotti - CISA A. Palladio
Veduta di Vicenza nel 1580 - Westminster College Library, Londra
Teatro Olimpico - © Pino Guidolotti - CISA A. Palladio
Restituzione delle parti con pittura rossa nella chiesa di San Giorgio a Venezia
Progetto per il modello della chiesa di San Giorgio
Susanna e i vecchioni - Paolo Veronese - Kunsthistorishes Museum, Vienna
Iseppo Porto e suo figlio Leonida - Paolo Veronese - Uffizi, Firenze
Modello di villa Malcontenta a Mira - CISA Andrea Palladio, Vicenza
Modello di Villa Barbaro a Maser - CISA Andrea Palladio, Vicenza
Modello del tempietto Barbaro a Maser - CISA Andrea Palladio, Vicenza
Modello del Redentore a Venezia - CISA Andrea Palladio, Vicenza
Studi per l'esposizione dei modelli accanto ai disegni palladiani - Mauro Zocchetta
Studi per l'esposizione dei modelli accanto ai disegni palladiani - Mauro Zocchetta
Studi per l'esposizione dei modelli accanto ai disegni palladiani - Mauro Zocchetta
La torre di Babele - Leandro Bassano - The National Gallery, Londra
Ritratto di Marcantonio Barbaro a Istambul - Lambert Sustris - Kunsthistorisches Museum, Vienna
Ritratto di Jacopo Sansovino - Jacopo Tintoretto - Uffizi, Firenze
Ritratto di Palladio - El Greco - Statens Museum for Kunst, The Royal Collection, Danimarca
Veduta del Redentore a Venezia - Canaletto - Manchester City Galleries, Manchester
Teatro Olimpico, Vicenza. Disegno da Bertotti Scamozzi Ottavio, il forestiere istituto delle cose piu rare di architettura..., Vicenza, Vendramini Mosca, 1761
Studio per un teatro - Andrea Palladio - Westminster College Library, Londra
Ritratto di Inigo Jones - Anton Van Dyck - Devonshire Collections, Chatsworth
Villa Emo a Fanzolo, Treviso. Disegno da Palladio Andrea Palladio, I Quattro libri dell'architettura di Andrea Palladio, Venezia De Franceschi, 1570
Studi per la loggia di Brescia - Andrea Palladio - Royal Institute of British Architects, Londra
Ricostruzione del tempio di Palestrina - Andrea Palladio - Royal Institute of British Architects, Londra
Progetto per una tomba a Firenze - Andrea Palladio - Museo Nazionale, Budapest
Palazzo Valmarana a Vicenza - Andrea Palladio - Royal Institute of British Architects, Londra
Palazzo sull'acqua - Andrea Palladio - Civici Musei, Vicenza
La battaglia di Sellasia nell'edizione illustrata di Polibio - Andrea Palladio - Biblioteca Angelica, Roma
Il teatro Olimpico - Andrea Palladio - Royal Institute of British Architects, Londra

Il percorso esplora in 10 sale, la vita, il metodo di lavoro, l'architettura e l'eredita' di Palladio dal 1530 circa al 1580, attraverso una grande offerta espositiva di opere, attraverso 30 modelli tridimensionali e plastici realizzati appositamente, video e animazioni create al computer, dipinti che mostrano i suoi amici ritratti da grandi pittori come Veronese, Tiziano o Tintoretto, quelli che mostrano i suoi nemici, come Jacopo Sansovino, di cui Palladio insidia il primato come leader dell'architettura a Venezia, vedute dell'epoca, 70 disegni di architettura di grandi maestri come Michelangelo, Raffaello, Bramante, 80 fra sculture e frammenti architettonici. Questo per consentire di capire come venivano concepiti i lavori, da dove nasceva l'idea, quali passi seguiva e in quale ambiente viveva. Presentando anche il Palladio dimenticato, ovvero quelle opere mai realizzate per ragioni economiche o perche' troppo avanti rispetto ai tempi, e mostrando il Palladio dell'eta' matura.

La mostra chiude il 6 gennaio 2009, per proseguire a febbraio a Londra e approdare in maggio negli Stati Uniti.

  • shares
  • Mail