Giulio Einaudi in mostra a Palazzo Reale con "L'arte di pubblicare"












A cento anni dalla nascita di Giulio Einaudi, a Milano - nelle sale di Palazzo Reale - va in scena la mostra "L'arte di pubblicare", che racconta l'editoria a tutto tondo, quella che ha accompagnato gli anni d'oro di Einaudi e fatta di svariate arti: la grafica, la tipografia, il book design, l'arte figurativa e, naturalmente, l'arte letteraria. Lo spiega Malcolm Einaudi, presidente della fondazione intitolata a suo nonno, fondatore della storica ed omonima casa editrice.

Un percorso che riscopre la collana dei Coralli, sulle cui copertine passa in qualche modo la storia della letteratura, ma anche quella dell'arte, dal romanticismo alla Pop Art, fino alle vere e proprie opere d'arte di maestri come Morandi, Giacometti o Modigliani, che sono state a loro volta pubblicate da Einaudi. Grazie a Giulio Einaudi per la prima volta l'estetica del libro acquisiva grande importanza. Chiude il percorso una sala dedicata all'artista Giulio Paolini, che in occasione della mostra e del centenario della nascita di Einaudi ha creato una nuova opera grafica dal titolo O.D.E. (Occhiali di Einaudi).

"Penso proprio a questa complessa trama di rapporti e di incontri, nei quali le persone crescono, le idee si scambiano, penso a un grande lavoro reciproco, qualcosa di molto concreto e materiale".

Così intendeva il suo speciale e moderno rapporto con gli autori: Giulio Einaudi ha rappresentato al meglio il grande viaggio della cultura italiana del Novecento, dal periodo buio del regime fascista alla Liberazione, dai difficili anni del dopoguerra agli entusiasmi del miracolo economico, dal Sessantotto agli anni di piombo, fino agli anni ’80. L'esposizione rimarrà aperta al pubblico gratuitamente fino al 13 gennaio 2013.

  • shares
  • Mail