Futurismo e modernita' in mostra a Vigevano

Mistero aereo - Fillia

Un autunno nel nome dell'arte quello di Vigevano, che dal 27 settembre al 14 dicembre ospita due mostre al Castello Visconteo.

La prima delle due si intitola "Futurismo e modernita'. Artisti e Collezionisti in Lomellina" ed e' una mostra che indaga, attraverso 70 opere, i rapporti tra artisti, collezionisti, critici, poeti, avvenuti nel corso del XX secolo a Vigevano e nel territorio circostante.

Il percorso espositivo si apre con gli anni Trenta, il Futurismo e l'aeropittura. Artisti che spiccano in questo periodo sono Regina Bracchi in arte Regina e Olga Biglieri Scurto in arte Barbara, celebrata da Marinetti come la prima artista donna pilota. Accanto a loro Cesare Andreoni, Tulio Crali, Gerardo Dottori, Thayath e Di Bosso.

Futurismo e modernita'. Artisti e collezionisti in Lomellina - Castello Visconteo - Vigevano
Aeropittura - Barbara - 1938
Pensieri in carlinga - 1938 - Barbara
Porto mediterraneo in festa - 1939 - Barbara

Coppa Scheider a Venezia - Tato
Tetti di Palermo - Renato Guttuso
Mondine - Amperio Tettamanti
La piccola italiana - Cassolo
Caproni - Depero
Mondine di Sannazzaro - Gabriele Mucchi
Contadino con pannocchia - Renato Birolli
Il muro e il tempo - Alberto Ghinzani
Pittura - Roberto Sommariva
Figure nel paesaggio - Ennio Morlotti
Mondine di Sannazzaro - Gabriele Mucchi
Futurismo e modernita'. Artisti e collezionisti in Lomellina - Castello Visconteo - Vigevano
I modi dello spazio - Vincenzo Pellitta
La seconda sezione e' dedicata al lavoro contadino, in particolare quello delle risaie, indagato da autori come Silvio Santagostino, Luigi Bracchi, Cassino di Candia, Timo Bortolotti, Aldo Carpi. I lavori di questi ultimi saranno messi a confronto con il realismo sociale degli artisti degli anni Cinquanta come Gabriele Mucchi, Renato Birolli, Giuseppe Gasparini, Amperio Tettamanti, Aldo Brizzi, Franco Francese.

Si prosegue con gli anni Settanta e Ottanta, per chiudersi con gli anni Novanta, su quella generazione che ha guardato all'arte astratta minimalista e ha in Antonio Calderara il suo punto di riferimento.

Per informazioni, il sito del comune di Vigevano.

  • shares
  • Mail