Peter Rickards riporta il muro di Banksy in Inghilterra

Vi ricordate la storia di Peter Rickards, il fotografo giamaicano che aveva comprato e asportato un murale di Banksy a Kingston prima che venisse demolita la parete che l'ospitava? L'intrepido rude boy è tornato in questi giorni alla ribalta, vestendo anch'egli i panni dell'artista. Per farlo è venuto in trasferta in terra d'Inghilterra, caricandosi in aereo proprio quel pezzo di muro con impresso lo stencil della baloon girl di Banksy.
L'installazione di Rickards è ospitata in una galleria di Notthingham e ricrea l'ambiente del garage in cui è stato conservato l'ingombrante pezzo per diversi anni dopo essere stato asportato.

La mostra è allestita alla New Art Exchange gallery in occasione dei 50 anni di indipendenza giamaicana.
Rickards si rivela in tutta la sua figura, fotografo, cineasta, scrittore e artista, che è stato capace di creare una rivalità soltanto apparente con Banksy per ottenere un bel po' di visibilità 8e del resto non è stato il solo a farlo).
Con questa pur discutibile operazione la vera street art trova dunque un post in galleria. Il muro Bansky galleggia in mezzo a cumuli di rifiuti, ma se qualcuno si lamenta con Rickards, l'autore dell'installazione vi risponderà che ha solo salvato il muro da una fine annunciata, quella della demolizione.

  • shares
  • Mail