Xmas Tree troneggia nella Grand Place di Bruxelles tra innovazioni e polemiche


C'è un simbolo artistico e contemporaneo effimero che accompagnerà i cittadini ed i visitatori di Bruxelles fino al 28 dicembre. Xmas Tree il suo nome, e la sua struttura stilizzata offre alcune funzionalità che difficilmente avrebbero potuto convivere con un albero di Natale più "tradizionale". L'elemento decorativo in questione è in realtà ben altro, come dimostra il servizio della BBC, dato che l'insieme installato nella Grand Place offre un punto di vista a 360° sull'intero quartiere, lasciando intravedere una parte dei dintorni bardati a festa. Un'interessante funzione di osservatorio che si appoggia sull'installazione costituita da 25 metri in acciaio, ricoperti di legno, tela e ghirlande illuminate al LED.

Si tratta dell'opera regina della manifestazione "Plaisirs d'Hiver" (alias Winter Wonders 2012), accessibile durante il giorno dalle 11 alle 16.30 pagando un biglietto di 4 euro (ingresso gratuito per coloro la cui età è compresa tra i 3 e i 10 anni). L'intero ricavato sarà ridistribuito all'ente locale che si occupa dei senzatetto, ma l'idilliaco quadretto di bontà natalizia è stato guastato da una "tormenta" di polemiche. Perché l'opera, realizzata dal collettivo di Strasburgo 1024, è ben lontana dal fare l'unanimità. E se alcuni passanti abituati all'albero vegetale, non esitano ad esprimere la loro delusione, l'insieme tecnologico e stilizzato di cubi, che si offre in diverse configurazioni cromatiche (già ospitato a fine 2010 nel villaggio alsaziano di Guebwiller) ha addirittura dato vita ad un'esplosione di attacchi di razzismo e islamofobia.

Gli assalti polemici sono partiti dalla dichiarazione di una rappresentante locale del partito cristian-democratico fiammingo CD&V. Propositi che hanno infiammato la rete e messo la questione al centro di una petizione on-line: Pour un veritable sapin de Noel sur la Grand Place de Bruxelles et le respect de nos valeurs et de nos traditions", uno slogan che non sembra aver scalfito "l'ex-simbolo pagano", che troneggia indisturbato come possono verificare i curiosi attraverso l'apposita webcam.

Via | bruxelles.be

  • shares
  • Mail