Miss.Tic pioniera della street art a Gennaio alla Wunderkammern di Roma:"da Parigi con.. poesia"

miss.tic wunderkammern roma

Si sa ancora poco sulle sorprese che ci riserverà, ma posso già anticiparvi che il 19 Gennaio arriverà a Roma la pioniera della street art al femminile: la francese Miss.Tic. Aspetto passionale, sguardo sognante e dolce da diva anni '40 e una vita piena di colpi di scena. Miss.Tic ne ha " fatta di strada", e si può ben dire dato che la strada è stata la sua casa: dall' 86 è una delle più apprezzate artiste del mondo dei graffiti (e non solo, anche quello dell'editoria, della moda e del cinema) con quel suo stile a metà tra pop-art e art Poètique . Osservando i suoi stencil, viene da pensare che Banksy non abbia inventato nulla di nuovo. A dedicarle una mostra sarà la galleria Wunderkammern di Roma, che situata nel quartiere di Torpignattara, immagino possa ritrovarvi un pò della sua città. Miss.Tic è Parigi, soprattutto quella dei quartieri bohémien dove poesia e dissoluzione convivono magicamente.
miss.tic wunderkammern roma miss.tic wunderkammern romamiss.tic wunderkammern roma miss.tic wunderkammern roma miss.tic wunderkammern roma
miss.tic wunderkammern roma
miss.tic wunderkammern roma
miss.tic wunderkammern roma
miss.tic wunderkammern roma

Dagli anni '80 al '97 Miss.Tic, "mistica" come solo una donna sa essere, ha abbandonato l'illegalità, per dedicarsi alla sua arte. Nel '86 la prima mostra alla libreria Epigramme di Parigi, poi nell'91 alla Christophe, di lì è un susseguirsi di collaborazioni con Kenzo, Longchamp, Larousse,Christophe Génin e dal 2005 vanta una collezione al Victoria Albert Museum di Londra. Non male per una poetessa, come lei si definisce.

Solo negli anni '80 Miss.Tic lascia la Francia alla volta dell'America (per amore chissà o per necessità), per poi ritornare street artist e divenendo l'artista che è oggi. Facilissimo riconoscerla: gli unici soggetti sono donne, o meglio i suoi alter-ego. E dietro questa scelta, una leggera critica all'universo maschile, che si diverte a smascherare con aforismi poetici. La donna che gioca con la propria sensualità fatta di abiti sexy da rivista di moda, sguardo e movenze da vera femme fatal, attrae l'attenzione soprattutto per questi aforismi, personali epigrammi poetici, che trasformano i suoi graffiti in attimi di pura rivelazione.

Per una donna così, i pensieri, se scritti sono molto più leciti. E per tutti i curiosi prossimamente un'intervista.

Foto| Dal sito di Miss.Tic

  • shares
  • Mail