Fête des lumières 2012, Lione si immerge in un bagno di luce con Kandinsky e Mirò


A Lione il periodo dell'Immacolata è uno dei più atteso dell'anno. Un momento di gloria per la città francese che strappa per qualche giorno il titolo di Ville Lumière alla capitale. Da ieri sera e fino a domenica nove, più di settanta spettacoli animeranno le notti lionesi in occasione della quattordicesima edizione della Fête des lumières. Tra performance ed installazioni luminose al calar delle tenebre il tessuto urbano si lascerà completamente modificare dalla creatività di artisti e grafici impegnati nell'iniziativa per stupire i tre milioni di visitatori attesi. I residenti ed i numerosi turisti potranno infatti lanciarsi in una serie di esperienze cromatiche da apprezzare "rigorosamente a piedi", grazie al potenziamento della rete di trasporti pubblici locali e delle apposite offerte TGV Prem's per raggiungere Lyon a partire dai principali centri urbani del paese.

Una balena che si tuffa nella darsena alla confluenza tra i due fiumi che bagnano le rive di Lione, un cuore multicolore che batte in una piazza, effetti architettonici stupefacenti che coinvolgono i palazzi dell'Hotel de Ville e delle Beaux Arts, celebri opere d'arte di Kandinsky e Mirò, ma anche gli animali della grotta di Lascaux, riflessi sui palazzi della città vecchia danno vita nuova al panorama visibile dalle rive. Una serie di bellezze da vivere a tutto tondo grazie ai dispositivi QRCodes distribuiti in punti strategici per accedere ad un surplus di informazioni aggiornate. Non resta che abbandonarsi al ritmo delle opere artistiche, come i Jardins intérieurs di Cozten, presentati nel video che segue, approfittando delle innumerevoli suggestioni degli otto sentieri tematici presenti.

Via | fetedeslumieres.lyon.fr

  • shares
  • Mail