BABA - Festival di Arti Eccentriche e Culture Esplose

baba festivalSi è appena concluso a Roma, presso i locali dell'ex-Manicomio S. Maria della Pietà, "BABA - Festival di Arti Eccentriche e Culture Esplose".

Baba è un festival consacrato agli Outsider, eredi contemporanei dell'Art Brut che negli ultimi dieci anni sono stati tra gli "agitatori" più prolifici e interessanti della cultura pop europea e nordamericana: in Francia con il collettivo internazionale "Le Dernier Crie", maggiormente legato alla vecchia estetica underground; negli USA con l'esplosione del Paper Rad, più incline a un immaginario pop e ricco di riferimenti al lo-tech anni ’80. Accanto a queste esperienze maggiori, che vivono nel tessuto underground quanto nei musei e nelle gallerie, si sviluppa un intero movimento che del ritorno ad una certa ostentata amatorialità (serigrafie a tiratura limitata, fanzine fatte in casa, riscoperta della vecchia copy-art ecc) si può dire che ne ha fatto una vera e propria missione.

Con gruppi provenienti da Italia, Belgio, Francia, Canada, Inglilterra, Germania (tra cui "Le Truc und Die Maschine", "OXO", "Gastric Female Reflex"), il festival ha raccolto alcune tra le esperienze più originali della scena internazionale Outsider: i gruppi si sono avvicendati in performance, concerti e mostre a partire dalla 16 di domenica 21 settembre nel padiglione 31 della ex-lavanderia manicomiale allestita per l'occasione. Una location d'eccezione per questi artisti, il cui precursore è Adolf Wölfli, un paziente rinchiuso nel manicomio di Berna che nel 1921 viene scoperto dal dottor Walter Morgenthaler a dipingere straordinari e deliranti affreschi: quello stile, deviante e lisergico, ispirerà nel '45 a Jean Dubuffet il termine Art Brut.

Qui una galleria di foto su Flickr.

  • shares
  • Mail