'Da Botticelli a Matisse', a febbraio sbarca a Verona la mostra sul ritratto

Visto il grande successo riscontrato a Vicenza (oltre 125.000 visitatori nei primi due mesi di apertura) la mostra Da Botticelli a Matisse. Volti e figure riaprirà i battenti a Verona dal 2 febbraio fino al 1 aprile 2013. Ad ospitare questo affascinante percorso sul ritratto e la figura saranno le sale di Palazzo della Gran Guardia, davanti all’Arena.
Il nucleo dell'esposizione rimane costituito da 80 opere, mentre alcuni dipinti rientreranno nei rispettivi musei o partiranno per altri prestiti, al percorso si aggiungono quattro nuovi pezzi, grazie al Muzeul National Brukenthal di Sibiu, antica città della Transilvania. Artisti come Hans Memling (Ritratto di uomo che legge e Ritratto di donna in preghiera, entrambi del 1490), Jan Van Eyck (Ritratto d’uomo con copricapo azzurro del 1429), ed una rara Crocifissione del 1460 di Antonello da Messina.

Da Botticelli a Matisse. Volti e figure - Palazzo della Gran Guardia - Verona

Jan van Eyck, Ritratto d\'uomo con copricapo azzurro, 1429 circa olio su tavola, cm 19,1 x 13,2 Sibiu, Muzeul National Brukenthal
Hans Memling, Ritratto di una donna in preghiera, 1490 circa olio su tavola, cm 45 x 32,5. Sibiu, Muzeul National Brukenthal
Hans Memling, Ritratto di un uomo che legge, 1490 circa olio su tavola, cm 45 x 32,5. Sibiu, Muzeul National Brukenthal
Antonello da Messina , Crocifissione, 1465-1470 circa tempera e olio su tavola, cm 39 x 23,2 Sibiu, Bruckenthal Museum



L'allestimento, a cura di Marco Goldin, ripercorrerà quello della Basilica Palladiana, un susseguirsi di grandi capolavori della storia delll'arte. Botticelli, Beato Angelico, Mantegna, Bellini, Bramantino, Lippi, Cranach, Pontormo e poi Rubens, Caravaggio, Van Dyck, Rembrandt, Velázquez, El Greco, Goya, Tiepolo, Manet, Monet, Cézanne, Gauguin, Van Gogh, Munch, Picasso, Matisse, Modigliani, Giacometti e Bacon. Un grande viaggio nel volto umano, tra vita quotidiana ed autocelebrazione, tra sacro e mondano.

  • shares
  • Mail