Qual è l'opera più rappresentativa del XX secolo?

Duchamp, La fontaine, 1917

Qualche anno fa un sondaggio commissionato dalla società inglese Gordon's, che coinvolse circa 500 esperti, decretò che l'opera più rappresentativa del '900 era La fontana (ovvero il famoso orinatoio) di Duchamp. Nessun'altra opera avrebbe inciso tanto sulle tendenze artistiche del XX secolo. Fu così che la provocatoria opera del maestro francese ottenne il Premio Turner.

Così, mentre Courbet, con la sua Origine del mondo, e Manzoni, con la sua Merda d'artista, si contendono il titolo dell'opera più scandalosa dell'arte occidentale e Hirst e Cattelan quello di artista vivente più sopravvalutato, rilancio la sfida, indicando le stesse opere finaliste del sondaggio del 2004 (le foto sono tratte dal sito del Corriere della sera).

L'opera più rappresentativa del XX secolo

Duchamp, La fontaine, 1917
Picasso, Le demoiselles d'Avignon, 1907
Warhol, Diptyque de Maryilin, 1962

Matisse, The red studio, 1911
Beyus, I like America and America likes me, 1974
Brancusi, Endless Column, 1938
Pollock, One No 31, 1950
Judd, 100 untitled works in mill aluminum,
Moore, Reclining figure, 1929
Picasso, Guernica, 1937

  • shares
  • Mail