Berlusconi vuole punire i graffitisti: Sgarbi insorge. Cosa ne pensate?

Graffito

Il Presidente del Consiglio dei ministri Silvio Berlusconi ha dichiarato, qualche giorno fa, che impiegherà lo strumento del decreto-legge, tra l’altro, per introdurre sanzioni contro coloro che deturpano con bombolette spray i muri delle città: “sporcare i luoghi pubblici – ha detto – deve diventare un reato”.

L’incontenibile Sgarbi protesta: un provvedimento del genere potrebbe andare bene soltanto per i palazzi costruiti prima del 1960, edifici che non dovrebbero assolutamente essere toccati, ma quelli degli anni successivi rappresenterebbero “l’Italia deturpata dalla speculazione economica ed edilizia” e l’intervento dei graffitari avrebbe semmai il merito di renderli più gradevoli. Pertanto, secondo il sindaco di Salemi (il quale ricorda, tra l’altro, le origini di artisti come Basquiat e Keith Haring), i Comuni dovrebbero addirittura stipulare dei concordati con gli artisti di strada, i quali dovrebbero essere pagati “per bonificare i luoghi dell’orrore suburbano” (fonte: Il corriere della sera). Cosa ne pensate?

  • shares
  • Mail