Architetti, ingegneri e designer impegnati. Per quel 90% dimenticato

Public architecture - day labor stationQuesta mostra parte da un dato: il 90% della popolazione mondiale ha accesso scarso o nullo ai prodotti e ai servizi che noi consideriamo scontati.

Ed è per questo 90%, che alcuni architetti, ingegneri e designer, che solitamente lavorano per l’altro 10%, hanno realizzato i progetti esposti. Con l’obiettivo dichiarato di uno sviluppo economico eco-compatibile, di un miglioramento delle infrastrutture sanitarie, e di un incremento dell’accessibilità e della qualità dell’educazione.

I lavori sono tutti interessanti. Ne cito tre, uno di architettura, uno di ingegneria e uno di design:
Day Labor Station” del gruppo Public Architecture, una struttura molto flessibile costruita in vari esemplari negli Stati Uniti per supportare i lavoratori occasionali;

Bamboo treadle pumpBamboo treadle pump” del norvegese Gunnar Barnes, una pompa per l’acqua, azionata con il movimento dei piedi. Ne esistono 1,7 milioni di esemplari solo in Bangladesh;

Sierra Portable Light Project”, una sorta di zaino che integra la tradizione tessile messicana alla tecnologia dei pannelli fotovoltaici. Per fornire energia alternativa e soprattutto portatile.

A New York, Cooper-Hewitt National Museum of Design, fino al 23 settembre.
Sierra Portable Light Project

  • shares
  • Mail