Georg Baselitz e la sua pittura sotto-sopra in mostra a Lugano

Georg Baselitz - Clown - 1981Al Md’AM di Lugano, è stata inaugurata una retrospettiva dedicata a Georg Baselitz, uno dei mostri sacri della pittura contemporanea.

La sua notorietà è aumentata a dismisura negli anni ’80, con l’avvento della transavanguardia e con il generale ritorno alla figurazione. Da allora, le sue famose tele capovolte hanno trovato collocazione nei maggiori musei del mondo.

L’interpretazione di questo capovolgimento ha stimolato fin da subito le fervidi menti di critici molto fantasiosi. Tuttavia lo stesso Baselitz in alcune interviste sembra confessare che questa rotazione “upside down” sia stata, in realtà, semplicemente un pretesto per fare una pittura che fosse nuova, mai vista prima.

D’altra parte l’artista tedesco ha sempre avuto la tendenza a stupire. Come nel 1962, quando dipinse il provocatorio “Die große Nacht im Eimer” che fu sequestrato per oscenità.

In mostra 150 opere tra cui le sculture in legno, un omaggio all’espressività dell’arte gotica.
L’esposizione terminerà il 23 settembre.

  • shares
  • Mail