Indovinello: di lui Ugo Ojetti disse...

Alessandro Parronchi

"Quando compare nell'arte un grande evento rivoluzionario è sempre arduo, ove manchino testimonianze, spiegarne la formazione. Si tratta di distinguere gli elementi che lo compongono da quelli su cui esso reagisce. Ma la rivoluzione di [...] contiene elementi eversivi solo in potenza; nell'atto essa si manifesta come una precipitosa maturazione di elementi esistenti, anche se, in contrasto con la moda del tempo (quello che oggi si chiama il gotico internazionale) e in accordo, discorde, con i pochi artisti che contavano, essa andava scegliendo e isolando questi elementi nella pittura antecendente di un secolo: per intenderci, quella di Giotto e dei primi trecentisti".

Di chi parlava il critico Alessandro Parronchi?

La risposta tra una settimana.

  • shares
  • Mail