A Viareggio vanno in scena i Macchiaioli de l'Orangerie

Odoardo Borrani, Carro rosso a Castiglioncello, 1867 , olio su tela, 12,6x66,5 cm

Inaugura domani, venerdì 1 febbraio 2013 al Centro Matteucci per l’Arte Moderna di Viareggio, I Macchiaioli e l'Orangerie, un percorso fra 15 capolavori selezionati da un'altra mostra futura, I Macchiaioli 1850-1877. Gli impressionisti italiani?, che andrà in scena al Museo de l’Orangerie di Parigi dal 9 aprile al 22 luglio 2013. Per questo importante evento che finalmente restituisce respiro internazionale al movimento dei Macchiaioli (era dai tempi della mostra al Grand Palais del 1978), il Centro Matteucci si prodigherà a reperire opere di Abbati, Banti, Boldini, Borrani, Cabianca, Cecioni, Costa, D’Ancona, De Tivoli, Fattori, Lega, Signorini, Zandomeneghi. Da qui l'idea dell'anteprima versiliese, che mira a fornire una pronta risposta al titolo proposto per la mostra parigina di aprile. Ossia che, quei ragazzi del Caffè Michelangiolo di Firenze la sapevano lunga ed hanno messo in piedi “uno dei movimenti artistici più poetici che presenta molte affinità con le ricerche plastiche condotte dagli artisti impressionisti”.

I Macchiaioli e l\\\'Orangerie - Centro Matteucci - Viareggio

Silvestro Lega, Le Bambine che fanno la signore, 1872, olio su tela, cm 60x110
Telemaco Signorini, La Luna di miele, 1862-1863, olio su tela, cm 31x98,5
Vincenzo Cabianca, Il mattino o Le monachine, 1861-1862, olio su tela, cm 36x99
Silvestro Lega, Il villino Batelli lungo l’Affrico, 1863, olio su tela, cm 43,4x79,3
ntonio Puccinelli, La passegiata del Muro Torto, 1852, olio su tela, cm 44x56
Odoardo Borrani, Il 26 aprile 1859 in Firenze, 1861, olio su tela, cm 75x58
Telemaco Signorini, Santa Maria dei Bardi a Firenze, 1870, olio su tela, cm 89x66
Giuseppe Abbati, Il pittore Stanislao Pointeau, 1863 ca., olio su tavola, cm 35x20,5
Giovanni Boldini, Ritratto di Mary Donegani, 1869, olio su tavola, cm 40x25

Dietro al gruppo c'è una persona di gusto e di grande animo come Diego Martelli, critico d'arte di origini fiorentine che amava ospitare i pittori de la Macchia nella sua casa al mare di Castiglioncello. La sua azione divenne inoltre importante per i collegamenti che seppe innescare negli ambienti parigini.
Nell'allestimento visitabile a Viareggio fino al 17 marzo 2013 sarà possibile ammirare capolavori come Santa Maria dei Bardi a Firenze e La luna di miele di Telemaco Signorini, La Passeggiata al muro torto di Antonio Puccinelli, Il Ritratto di Mary Donegani di Giovanni Boldini, Le monachine di Vincenzo Cabianca e Le Bambine che fanno le signore di Silvestro Lega. 

  • shares
  • Mail