Il realismo surreale di Bruno Di Maio

Awaiting

Le opere di Bruno Di Maio sfuggono ad ogni classificazione. Lo stile spesso realista (talora impressionista) è per lo più funzionale alla rappresentazione di scene surreali e oniriche. Il gusto per la citazione non è mai fine a se stesso, ma tende alla ricostruzione di un percorso autobiografico, delineato simbolicamente dai bellissimi nudi femminili e dagli incantevoli paesaggi ritratti.

L'individualismo sembra la cifra qualificante la produzione di un Artista per il quale, come ha ben evidenziato Duccio Trombadori, la pittura non ha la pretesa del programma poetico. Un individualismo che non degenera però in solipsismo, poiché i simboli del codice impiegato da Di Maio non sono affatto incomprensibili, appartenendo alla cultura e alla tradizione classica e, dunque, all'immaginario collettivo.

Forse è questo il messaggio ultimo della sua sofisticata produzione: il carattere umano, troppo umano (e dunque mai totalmente nuovo e alieno) di ogni fantasia onirica o insana follia.

Riporto una galleria di opere tratte dal suo sito personale.

Opere di Bruno Di Maio

Awaiting
Slanting light
Attesa

The flying ducks
Innocent Hope
The Golden Shadow
Wake Up
The Red Scarf
The Lemon
Sleeping in the Shadow
Red Shining
Simpony in White
The Shadows
The Red Rose
Roma
Serena
Red Head
The Gift
Natural Music
Le selle
The bronze pigtail
Leda e i suoi figli
What Happens?
Venus 2000
The Cupids
The Tree Graces
The Mirror
The Guard
The Finger
The Engine That Sometime Works
The Circle
The Last Victory
Spiral Movement
Soothening
The Tired Samurai
Pomona
The Duck
No
Nilus Children
Illustrated Kid
Genova
The Coffee Cup
Flamish Memories
Panem semper
Cloudy day
Pomidoro
The Flying Iron
Ham and Bread

  • shares
  • Mail