Into Electric: a Roma la personale di Anton Perich


Con la mostra "Into Electric" Roma fa un tuffo nel passato: la New York pop degli anni '70 rivive attraverso le opere di Anton Parich. Poeta, pittore, fotografo, videomaker, editore dal '78 della rivista NIGHT magazine, Perish nasce a Dubrovnik in Croatia e si trasferisce nel '65 a Parigi. Ma è proprio New York, con quel particolare clima di fermento creato da Warhol e dagli innumerevoli artisti che frequentano in quegli anni Max's Kansas City, che diventerà la base operativa di questo eclettico personaggio.

E la mostra diventa quasi un documentario di quei grandiosi anni: alle foto in grande formato di Andy Warhol e degli artisti del Max's si alternano enormi tele realizzate con la Painting Machine che, realizzata fra il '77 e il '78, fa di Perich un pioniere dell'arte digitale, dell'elettronica e della computer art, esplosa solo qualche anno più tardi.

L'appuntamento per l'inaugurazione è il 13 dicembre alle 21.30 presso i locali del C.S." Brancaleone ": l'evento sarà accompagnato dalle musiche di OMINOSTANCO e Stefano Saletti e dalla proiezione del film "Berlino, sinfonia di una grande città" di Walter Ruttmann.

  • shares
  • Mail