Bukruk festival a Bangkok: street art europea e tailandese a confronto

BUKRUK - Street Art Festival in Bangkok from BUKRUK FESTIVAL on Vimeo.

Si è aperta lo scorso 16 febbraio la prima edizione di Bukruk – Thai/Europe Connection, un festival dedicato alla street art e all'arte urbana che si svolge a Bangkok. Gli artisti invitati sono locals (11) ed europei (16) e, alla maniera americana del block party, la festa è animata da parkour, dj, musica dal vivo e balli per strada, mobilitando tutti gli abitanti del quartiere.
A fianco delle opere che verranno realizzate per strada (1.000 metri quadrati di muri a disposizione), quest'anno l'evento include anche una sezione indoor grazie alla collaborazione con il BACC (Bangkok Art and Culture Center).
I locali non hanno nulla da invidiare ai forestieri. Nei primi c'è Patcharapol Tangruen, meglio conosciuto come Alex Face, che dà il benvenuto a tutti: “C'è un sacco di spazio vuoto a Bangkok - edifici abbandonati, pareti vuote, mura rovinate... credo sia un buon posto per dipingere", ma anche la straordinaria Yuree Kensaku, artista giappo-tailandese il cui stile grezzo e primitivo richiama molti aspetti della mitologia e dell'iconografia tailandese o i patchwork grafici di Rukkit.

Bukruk – Thai/Europe Connection

Tra gli ospiti internazionali ci sono pionieri come l'inglese Ben Eine o il nostro Dem, il cui stile bizzarro ed irriverente ben si adatta al contesto ma anche proposte relativamente più recenti, come il messicano Jorge Daniel Muñoz Rodríguez (aka San), che unisce il gusto per la classicità alle dinamiche compositive tipiche di un genio come Blu.

  • shares
  • Mail