Philippe Parreno al MoMa di NYC

Una mostra al MoMA di New York City: "Comic Abstraction" cerca di investigare nuove chiavi di lettura dei rapporti fra fumetto e arte contemporanea.

Un'arte considerata "bassa" e una ritenuta "alta" si incontrano, e una delle due deve prestare la massima attenzione perché i ruoli non si scambino nel giro di qualche sala.

In particolare, un'installazione di Philippe Parreno (classe 1964, franco-algerino) "Comic Abstraction", propone una piccola folla di balloon da fumetto in poliestere - potremmo dire: a grandezza naturale, se ce ne fosse una adatta a dimensionare le parole - che, gonfiata ad elio, preme contro il soffitto della stanza per uscirne.

I fumetti, neanche a dirlo, sono lasciati in bianco, in parte perché possiamo riempirli noi, col pensiero di quei minuti in cui cerchiamo di capirli, e soprattutto perché, in cuor loro, non vorrebbero altro che lasciarci senza parole.

  • shares
  • Mail