Generazione connessione: la serie di fotografie di Catherine Balet

Connected

Computer portatile, cellulare di ultima generazione, Ipod sempre alla ricerca di una rete wireless a cui collegarsi, sempre, comunque e ovunque. La serie di ritratti Connected della fotografa francese Catherine Balet riflette su un lato ormai consolidato nella cultura contemporanea.

Gli strumenti tecnologici che ci fanno comunicare sono le nostre coperte di Linus, senza ci sentiamo persi. Ciò che emerge dagli scatti è tuttavia un evidente senso di isolamento e solitudine; la nostra presenza virtuale è estesa a ogni luogo sul globo, ma stiamo forse perdendo qualcosa? Perché non siamo più capaci di guardarci negli occhi ma solo di farci abbagliare dai monitor che ci circondano?

Noi blogger dovremmo rifletterci, e ogni tanto uscire per una passeggiata “scollegata”. Una delle immagini è valsa alla fotografa il terzo posto del Taylor Wessing Portrait Prize organizzato dalla National Gallery di Londra dove è possibile ammirare le opere dei finalisti fino al 15 febbraio.

Connected
Connected
Connected
Connected
Connected
Connected
Connected

  • shares
  • Mail