Tate Modern: per la Turbine Hall è in arrivo Miroslaw Balka

L'artista polacco Miroslaw Balka

Spettacolari, controverse, invasive: le installazioni nella Turbine Hall della Tate Modern, note come Unilever Series, sono sempre chiacchierate per il loro impatto sul pubblico. Dopo la crepa di Doris Salcedo e l’apocalisse di Dominique Gonzales-Foerster, sarà un’installazione dell’artista polacco Miroslaw Balka a occupare la Turbine Hall a partire dal 13 ottobre 2009.

La scelta ha colto di sorpresa il mondo dell’arte di cui Balka è certamente un protagonista, noto per la sobrietà del suo modo di operare. Capelli, cenere, sapone sono alcuni dei materiali che predilige nelle sue rigorose installazioni che richiamano una memoria storica di sofferenza collettiva, strettamente legata alle drammatiche vicende dell’Olocausto.

Sul Guardian, il critico Adrian Searle definisce Balka come una scelta ideale per la prossima installazione della Tate Modern; abituati alle installazioni rigorose e temperate di Balka sarà certamente interessante scoprire come l'artista si confronterà con l'enormità dello spazio londinese, con la consapevolezza che una presenza-assenza può sconvolgere più di ogni spettacolarizzazione.

  • shares
  • Mail