The Art of Chess. Scacchi d'autore da Maurizio Cattelan a Barbara Kruger

Untitled - 2006 - Barbara Kruger

L'arte degli scacchi sembra avere una lunga tradizione da Duchamp in poi, ma non mi ero mai soffermata sull'argomento fino a quando non ho visto gli scacchi prodotti in "The Art of Chess", progetto avviato dalla RS&A di Londra, società fondata nel 2001 con l'obiettivo di creare arte innovativa.

La compagnia è riuscita a raccogliere, in questo progetto in divenire, un numero notevole di artisti contemporanei e a produrre delle mini sculture in forma di scacchi assolutamente originali e diverse tra loro.

Il progetto si è ispirato alla mostra "The Imagery of Chess", organizzata alla Julien Levy Gallery di New York nel 1944, evento che aveva raccolto scacchi artistici realizzati da Man Ray, Alexander Calder, Max Ernst, Marcel Duchamp, André Breton e Isamu Noguchi. Per eguagliare la lista di artisti/celebrità dell'epoca, la RS&A ha chiamato personaggi del mondo dell'arte di oggi come Maurizio Cattelan, Jake and Dinos Chapman, Tom Friedman, Damien Hirst, Barbara Kruger, Tracey Emin, Yayoi Kusama, Paul McCarthy, Matthew Roney, Tunga e Rachel Whiteread.

The Art of Chess - RS&A
Untitled - 2006 - Barbara Kruger
Untitled - 2006 - Barbara Kruger
Untitled - 2006 - Barbara Kruger

Cattelan ha pensato al bene opposto al male e ha popolato la sua scacchiera di personaggi che vanno da Hitler a Martin Luther King, da Rasputin a Superman. Ci sono anche Madre Teresa e Donatella Versace.

Untitled (Good vs Evil) - 2003 - Maurizio Cattelan
Untitled (Good vs Evil) - 2003 - Maurizio Cattelan

Kusama ha fatto rivivere negli scacchi in ceramica le sue personali paranoie e ha creato una zucca psichedelica in pelle.

Pumpkin Chess - 2003 - Yayoi Kusama

Il lavoro di Hirst è del 2003, e risente delle ossessioni dell'artista per i medicinali in quell'epoca.

Mental Escapology - 2003 - Damien Hirst

Ex giocatrice di scacchi, Tracey Emin ha interpretato il gioco come set da viaggio, racchiudendolo in una stoffa colorata.

Chess Set - 2008 - Tracey Emin
Chess Set - 2008 - Tracey Emin

Fedele ai suoi esordi, Rachel Whiteread è tornata al tema domestico, e ha proposto una versione di casa di bambola con utensili in miniatura.

Modern Chess Set - 2005 - Rachel Whiteread
Modern Chess Set - 2005 - Rachel Whiteread

Paul McCarthy ha pensato ad un set Readymade della sua cucina e ha finito per creare qualcosa di molto simile alla scacchiera di Duchamp disegnata nel 1937.

Kitchen Set - 2003 - Paul McCarthy
Kitchen Set - 2003 - Paul McCarthy

I fratelli Chapman, fedeli al loro spirito macabro, hanno pensato ad una guerra combattuta tra adolescenti post-apocalisse, schierando su di un lato bianchi con taglio di capelli stile ariano e sull'altro neri con taglio Afro.

Chess Set - 2003 - Jake and Dinos Chapman
Chess Set - 2003 - Jake and Dinos Chapman
Chess Set - 2003 - Jake and Dinos Chapman

Il più terrificante è quello di Barbara Kruger, dotato di scacchiera audio che pone domande mentre si gioca (sullo sfondo di una figura che grida). Ma sono tutti lavori bellissimi realizzati con materiali che vanno dalla ceramica alla pelle, al legno, alla stoffa, al vetro, all'argento e alla plastica, ognuno dotato di packaging particolare e tutti in edizione limitata di 7.

E a queste opere così particolari si ispira la mostra dal titolo omonimo "The Art of Chess", fino al 13 aprile al Reykjavik Art Museum.

Over There in the Bushes - 2005 - Matthew Ronay
Over There in the Bushes - 2005 - Matthew Ronay
Nights Move - 2008 - Oliver Clegg
Untitled - 2005 - Tom Friedman
Eye for an Eye - 2005 - Tunga

Via | Luxury Culture

  • shares
  • Mail