Una grande mostra di Alighiero Boetti al Madre di Napoli

La mostra al Madre di Napoli

Alighiero Boetti è uno degli artisti che hanno maggiormente influenzato la scena artistica contemporanea italiana. La sua figura, che si potrebbe definire sciamanica, è emersa nell’ambito dell’Arte Povera, dalla quale si staccò precocemente. Difficile inquadrare una figura del genere nei confini di un movimento.

Dal 21 febbraio all’11 maggio, il Madre di Napoli propone un evento del tutto particolare, a cura di Achille Bonito Oliva, dedicato all’artista torinese: non una semplice antologica, bensì una mostra dedicata al metodo creativo di Boetti. Significativamente intitolata “Alighiero & Boetti. Mettere l'arte al mondo”, la mostra evidenzia la singolare pluralità concettuale dell’artista, che dal 1972 sdoppiò il suo nome in Alighiero&Boetti.

Per Boetti l’ispirazione maggiore è sempre venuta dal pensiero, che considerava a tutti gli effetti come il sesto senso. Di qui il suo interesse a interagire con matematica, musica, esoterismo e quanto creato dalla mente umana per rimanipolarlo con ironia e narcisismo. Un percorso cerebrale pensato per creare emozione nello spettatore tra arazzi, francobolli, ordine e disordine. Un flusso di coscienza artistico che rende Boetti un artista da conoscere assolutamente.

Antologica al Madre di Napoli
Antologica al Madre di Napoli
Antologica al Madre di Napoli
Antologica al Madre di Napoli
Antologica al Madre di Napoli
Antologica al Madre di Napoli
Antologica al Madre di Napoli

  • shares
  • Mail