L’arte del vuoto in mostra al Centre Pompidou a Parigi

Il vuoto in mostra a Parigi

Nove stanze, nove artisti, nove modi di interpretare il vuoto. Partendo dalla rivoluzionaria mostra di Yves Klein alla galleria Iris Clert del 1958, che per la prima volta presentò il “vuoto” come oggetto artistico, il Centre Georges Pompidou di Parigi ospita fino al 23 marzo, Voids. A retrospective.

La provocazione concettuale come oggetto artistico. L’intento è diverso per ciascun artista, dalla meditazione all’esercizio delle percezioni sensoriali, dal messaggio politico alla riflessione filosofica il vuoto non è mai stato così carico di significato.

Come diceva Andy Warhol: “Non facciamo niente, e probabilmente diventerà arte”. Ad alcuni scoccerà pagare per visitare nove stanze vuote ma i nomi degli artisti in mostra sono garanzia di qualità: Yves Klein, Art & Language, Robert Barry, Robert Irwin, Laurie Parsons, Bethan Huws, Maria Eichhorn, Roman Ondák and Stanley Brouwn.

  • shares
  • Mail