Rodin Erotico a Martigny, Svizzera

Rodin, Il sole al tramonto

Fino al 14 giugno la Fondation Pierre Gianadda di Martigny, in Svizzera, presenta una mostra che vuole indagare il ruolo del nudo nei disegni di Auguste Rodin, attraverso trenta sculture e circa settanta disegni provenienti dal Musée Rodin di Parigi.

Che la nudità rappresenti per Rodin il nodo centrale della sua opera è chiaro: il valore del corpo sessuato della donna emerge, però, anche nelle migliaia di disegni realizzati da Rodin, decisamente meno noti e meno visti rispetto alla sua produzione scultorea, nonostante non rappresentino una parte ‘minore’ della sua arte.

Il doppio percorso tra scultura e disegno propone celebri sculture (tra le altre, Le Baiser, Le Torse d’Adèle, L’Age d’Airain, Le Christ et la Madeleine) e disegni, selezionati tra i settemila conservati a Parigi. Di questi, circa mille sono di tema erotico: bellissimi, Rodin li eseguiva e li mostrava in rapporto alle proprie sculture, come parte fondante e complementare alla sua opera.

Dal 1890, Rodin si dedicò sempre più alla realizzazione di questi disegni, audaci e liberi: il sesso femminile è quasi sempre esposto, i corpi sono in pose inedite, sensuali. Spesso realizzati in presa diretta, i disegni erano ispirati dai movimenti spontanei delle modelle, che Rodin cercava di portare allo svelamento del proprio corpo e della propria anima. Alla ricerca della verità nei corpi.

Rodin Erotico
Rodin Erotico
Rodin Erotico
Rodin Erotico

  • shares
  • Mail