Il polittico del Carmine di Bernardo Daddi al Museo Diocesano

Per la prima volta, al Museo Diocesano di Milano, verrà ricostruito il Polittico del Carmine dipinto da Bernardo Daddi agli inizi degli anni Quaranta del Trecento (1344 circa), nella fase avanzata della carriera del pittore.

In origine l'opera si trovava nella cappella dei Santi Bartolomeo e Lorenzo nella Chiesa fiorentina di Santa Maria del Carmine e secondo alcuni studiosi si trattava di un pentittico smembrato in data precedente al 1745. In seguito la pala venne integrata fino a raggiungere le dimensioni di una enorme polittico a sette scomparti, mediante l’aggiunta di quattro figure di Santi di Lorenzo Monaco.

Al centro della pala si trovava la tavola con la Madonna col Bambino e due angeli musicanti; ai lati di quest’ultima stavano i due pannelli con San Bartolomeo e San Lorenzo; all’estrema sinistra Santa Cecilia e all'estrema destra si trovava la Santa Caterina d’Alessandria. Sia quest'ultima tavola, sia quella di Santa Cecilia, che è conservata nella sezione Fondi oro donata al museo milanese da Alberto Crespi, sono state tagliate a mezza figura in epoca imprecisata.

L'esposizione avrà luogo dal 21 marzo al 24 maggio.

Polittico del Carmine - Bernardo Daddi - Museo Diocesano - Milano
Santa Cecilia (Polittico del Carmine) - Bernardo Daddi - 1344 ca
San Bartolomeo (Polittico del Carmine) - Bernardo Daddi - 1344 ca
Madonna col Bambino (Polittico del Carmine) - Bernardo Daddi -1344 ca
San Lorenzo (Polittico del Carmine) - Bernardo Daddi - 1344 ca
Santa Caterina (Polittico del Carmine) - Bernardo Daddi - 1344 ca

  • shares
  • Mail