Luna Hal. L'Espressionista vesuviana

Luna Hal, Eruzione

"Espressionista vesuviana" l'ha definita il compianto artista catanese Maurizio Citti. Ed è un appellativo che sintetizza forse nel modo più efficace (o, se vogliamo, in quello meno riduttivo) la dimensione poetica e la straordinaria sensibilità artistica di Mariella Canzanella, in arte Luna Hal.

Erede di una ricca e prestigiosa tradizione familiare (suo padre è Nicola Canzanella), Mariella ha scelto uno pseudonimo che coniuga la sua passione per gli ambienti notturni e lunari con l'interesse per la fantascienza (il cognome richiama l'indimenticabile computer di 2001: Odissea nello spazio, di Stanley Kubrick).

Luna ha una formazione "classica", viene dall'Accademia delle Belle Arti e i suoi autori di riferimento sono espressionisti come Munch e Schiele (ma mi ha confessato di nutrire anche un'insana passione per Kokoschka). La tradizione espressionista viene però vissuta, fatta propria e "ricreata" da Luna, con grande personalità. Lo spirito espressionista, declinato nei vivissimi e sofferti (talora perfino struggenti) giochi cromatici delle sue tele, sembra "impossessarsi" degli ambienti, delle storie, dei drammi partenopei, dando luogo a forme espressive di grande efficacia.

Opere di Luna Hal

Luna Hal, Eruzione
Luna Hal, Anni 80 - Piazza del Plebiscito
Luna Hal, Che.....?

Luna ha già all'attivo la partecipazione a diverse, prestigiose mostre collettive. Le foto sono tratte dalla sua pagina personale di MySpace.

Luna Hal, Faro
Luna Hal, Il Napoli nel cuore
Luna Hal, La Favola della strada
Luna Hal, Pulcinella
Luna Hal, Scorcio di Posillipo
Luna Hal, Viaggio della Speranza

  • shares
  • Mail