La Gioconda di rocchette di filo di Devorah Sperber

After The Mona Lisa 2 - 2005 - Devorah Sperber

E' un lavoro laborioso quello realizzato da Devorah Sperber. L'artista crea delle sculture con oggetti particolari come rocchette di filo (o altro materiale da cucito), le assembla in ordine di migliaia e il risultato finale è un'immagine che appare a occhio nudo, a seconda dell'effetto ricercato, al contrario o astratta. Con l'aiuto di lenti convesse e binocoli l'immagine ritorna normale e riconoscibile.

La Sperber utilizza immagini di personaggi noti come Marilyn Monroe o quadri di autori come Leonardo, Van Gogh, Picasso (quindi familiari), ma li rende a prima vista irriconoscibili. E' infatti interessata all'interazione tra arte, tecnica e scienza, e a come il cervello processa i dati visuali e funziona di fronte ad immagini alterate.

Per "After The Last Supper" ha utilizzato 20.736 rocchette; per "After The Mona Lisa" 5.184; per "After van Eyck" 5.024. Se si guarda il video (pagina a seguire) si vede l'artista all'opera. In media per completare uno dei suoi quadri, la Sperber impiega sei mesi.

Ad ottobre una selezione dei suoi lavori dovrebbe arrivare alla galleria Ierimonti di Milano.

Lavori di Devorah Sperber
After The Last Supper - Devorah Sperber
After Vermeer - 2006 - Devorah Sperber
After Vermeer - 2006 - Devorah Sperber

After van Eyck - 2006 - Devorah Sperber
After van Eyck - 2006 - Devorah Sperber
Marilyn 2 - 2009 - Devorah Sperber
Bus Shower Power - 2001 - Devorah Sperber

Via | Yatzer

  • shares
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina: