Storia della fotografia di architettura di Giovanni Fanelli

Storia della fotografia di architettura

La prima fotografia della storia, risalente al 1826 o 1827, fu scattata da una finestra della casa familiare di J.-N. Niépce e ritraeva una bella veduta architettonica. La vicenda ha una forte valenza simbolica: la fotografia rivela quasi un primigenio legame con l'architettura stessa.

Questo bel volume di Giovanni Farelli, dal titolo Storia della fotografia di architettura, edito dalla Laterza (euro 30; 462 pagine), illustra il rapporto tra fotografia e architettura, rapporto che, nel tempo, ha trovato notevoli sviluppi. Oggi gli architetti fanno uso della fotografia, in perenne bilico tra documentarismo e arte, per ricostruire le diverse fasi di progettazione e realizzazione delle loro opere.

Il libro aiuta a comprendere il percorso attraverso cui la fotografia ha conquistato un ruolo così significativo nell'architettura contemporanea.

  • shares
  • Mail