Leonardo e Vigevano. Un anno di eventi del genio del Rinascimento

Madonna in trono tra i santi Pietro e Ambrogio - 1515 - Bernardino Ferrari - Cassa di Risparmio di Parma e Piacenza

Dal 4 aprile prende il via il progetto "Leonardo e Vigevano", un anno di celebrazioni dedicate dalla città ducale al genio del Rinascimento, con mostre, laboratori interrativi, esperienze multimediali, percorsi storico-ambientali.

L'evento, che si concluderà ad aprile 2010, vuole rivelare un aspetto di Leonardo, quello di uomo nuovo del Rinascimento che si interessava di acque, architettura e agricoltura. Ed è allo stesso tempo l'occasione per promuovere l’utilizzo degli strumenti multimediali ed interattivi per valorizzare l’ingente patrimonio storico della città. L’obiettivo più generale è la costituzione di un centro di ricerca dove sviluppare e sperimentare le nuove tecnologie da coniugare a una moderna fruizione dei beni culturali.

Due le iniziative legate all'apertura, la prima è la mostra "Leonardo: una mostra impossibile. L’opera pittorica di Leonardo da Vinci nell’epoca della sua riproducibilità digitale". La seconda è "Le acque ducali, la villa Sforzesca, il Ticino", mostra che testimonia la presenza di Leonardo nel territorio. Entrambe rimarranno aperte fino al 30 giugno al Castello di Vigevano.

Leonardo e Vigevano
Disegno della città ideale, Manoscritto B - Leonardo da Vinci
La dama con l'ermellino - 1488/1490 - Leonardo da Vinci
Leonardo e Vigevano
Ricostruzione digitale della città ideale, realizzata da Leonardo 3

In autunno seguiranno "Il laboratorio di Leonardo - I codici, le macchine e i disegni", grande evento prodotto da Leonardo 3, che grazie alla tecnologia Virtual Codex, permetterà di sfogliare virtualmente il Codice Atlantico, il Codice del Volo e il Manoscritto B di Leonardo da Vinci. I disegni inoltre prenderanno vita con animazioni tridimensionali.

Infine da ottobre si potrà visitare "Splendori di corte. Gli Sforza, il Rinascimento, la città", mostra che illustra le ricchezze di questa età dell'oro attraverso dipinti, sculture lignee, iconografie e ritratti, affreschi, arazzi, monete, bassorilievi, tutti del periodo rinascimentale (i migliori architetti, pittori e scultori milanesi furono impiegati anche a Vigevano, a partire da Leonardo, Bramante e Bramantino).

  • shares
  • Mail