[Speciale REFF - Part 2] REFF.ternoon al Flexi con Luca Neri, 21 marzo ore 18:00

Giusto il tempo di una breve pausa di sonno più allestimento spazi, e si arriva al secondo appuntamento: un REFF.ternoon (REFF + afternoon) dal mood rilassato in una location che da due anni a Roma, nel cuore del rione Monti, da vita ad appuntamenti culturali vivaci, fra presentazioni di libri, aperitivi, performance, corsi di fotografia, laboratori teatrali, gruppi di lettura ed esposizioni. Parliamo del Flexi, una ex-sugheria ristrutturata per diventare una deliziosa libreria-cafè, dove si può curiosare fra interessanti volumi, bevendo un bicchiere di vino e gustando ottimi menù dal sapore casalingo (i miei preferiti, il gateau di patate e le lasagne).

Nel bianco dominante dell'ambiente (pareti e mobilio), dove spiccano i loghi del REFF, viene presentato a partire dalle 18:00 il libro di Luca Neri "la Baia dei Pirati. Assalto al copyright". Introduce Arturo di Corinto; a seguire, incontro con Luca Neri. Anche qui la saletta-proiezioni è piena e il dibattito vivace. La storia di Pirate Bay è lo sfondo per discutere di diritto d'autore, di come nasce si evolve nella storia a partire dal '700, delle idiosincrasie insite nelle attuali normative, ma anche di quali strade possano seguire autori, artisti e giovani creativi per diffondere le proprie opere e trovare nuovi modi di innescare circuiti economici. A partire da una consapevolezza: la "pirateria" digitale (download e p2p in testa) è un fenomeno diffuso di massa che non necessariamente viene percepito come atto illegale, se non piuttosto come atto quotidiano. Come a sottolineare che in questa versione soft determinata dall'evoluzione tecnologica (niente a che vedere con i corsari, quelli veri dal movimento punk in poi, per i quali la pirateria è un atto cosciente di appropriazione e una pratica politica), pirati lo siamo un po' tutti... E non c'è da stupirsi se un blog di arte si occupa di questi temi: diritto d'autore, proprietà intellettuale e annessi sono una parte integrante del dibattito contemporaneo sulla definizione di opera e di autore stesso.

La video-installazione "Flight SynEp" di Othe-r-ethO completa l'ambiente, regalando al pubblico un'esperienza intima e suggestiva. Pochissimo il tempo per prepararsi all'evento notturno dalle 23 in poi: REFF.jected.

Nel proseguio dell'articolo due spezzoni tratti dal dibattito realizzati dal giornale universitario Offline.

[Foto in alto: a sinistra Arturo Di Corinto; a destra, Luca Neri]



La Baia dei Pirati @ REFF.ternoon (1)

La Baia dei Pirati @ REFF.ternoon (2)

  • shares
  • Mail