A Modena, le fotografie di Basilico, Fontana, Ghirri, Jodice e Vaccari

Gabriele Basilico Genova, 1985 (2006) stampa alla gelatina d’argento / gelatin silver print 100 x 130 cm

Gabriele Basilico, Franco Fontana, Luigi Ghirri, Mimmo Jodice e Franco Vaccari. Ovvero, i migliori fotografi italiani contemporanei. Fino al 24 maggio, nelle settecentesche sale dell'ex ospedale Sant’Agostino di Modena, saranno esposti al pubblico gli scatti di questi grandi artisti. Sono fotografi dalle caratteristiche molto differenti, i cui sguardi spaziano in molte direzioni: si va dalle città di Gabriele Basilico (Genova, Berlino, Bilbao) alle ricerche sul colore di Fontana; dai paesaggi di Ghirri al passato archeologico ritratto da Jodice. Franco Vaccari, invece, presenterà un’installazione permanente, evoluzione dell’ "Esposizione in tempo reale n. 21 realizzata nel 1993 alla Biennale di Venezia" e alcune fotografie tratte dai lavori" Photomatic d’Italia" (1973) e "Cani+Sedie" (2003).

Insomma, fra fotografie e allestimenti, la mostra pare di sicuro interessante. Anche perché, collateralmente, ci saranno degli incontri diretti con gli autori. Il 29 aprile, ad esempio, sarà presente Mimmo Jodice, il 6 maggio interverrà Paolo Barbaro, storico della fotografia, per presentare il lavoro di Luigi Ghirri; infine il 13 maggio avrà luogo l'incontro con Franco Vaccari.
Un'occasione per dare un volto e una voce alle fotografie. E, per un istante, guardare dietro all'obiettivo.

Uno. Basilico, Fontana, Ghirri, Jodice, Vaccari.
Ex ospedale Sant’Agostino. Fino al 24 maggio.
Martedì - domenica: 11-19.

UNO. Basilico, Fontana, Ghirri, Jodice, Vaccari

Gabriele Basilico Genova, 1985 (2006) stampa alla gelatina d’argento / gelatin silver print 100 x 130 cm Franco Fontana Paesaggio urbano, Los Angeles, 1991 c-print 30,5 x 45,2 cm Luigi Ghirri Versailles (dalla serie / from the series ‘Versailles’), 1985 c-print 23,8 x 30,5 cm

Mimmo Jodice Bronzo romano, 1993 stampa al bromuro d’argento / silver bromide print 60 x 50 cm Esposizione in tempo reale n°21: Bar Code-Code Bar, 1993 particolari dell’installazione alla XLV Biennale di Venezia

  • shares
  • Mail