Murano-Merano. Il vetro e l’arte contemporanea

Nel mentre a Venezia si dà appuntamento il gotha dell'arte contemporanea, dall’8 giugno all’8 settembre 2013 nel Sud Tirolo, a Merano Arte va in scena Murano-Merano. Il vetro e l’arte contemporanea.

Murano-Merano è una ricognizione sulle capacità espressive di un materiale affascinante e versatile come il vetro di Murano, curata da Adriano Berengo e Valerio Dehò.
Un allestimento che individua il particolare rapporto tra il vetro e artisti del calibro di Aldo Mondino, Antonio Riello, Aron Demetz, Bernardì Roig, Francesco Gennari, Fred Wilson, Jan Fabre, Jaume Plensa, Javier Perez, Koen Vanmechelen, Maria Roosen, Marya Kazoun, Michael Joo, Monica Bonvicini, Nabil Nahas, Oleg Kulik, Orlan, Pieke Bergmans, Pino Castagna, Robert Pan, Sergio Bovenga, Thomas Schutte, Ursula Von Rydingsvard e Vik Muniz. Esperienze diverse dal punto di vista tecnico e creativo, che dimostrano un rinnovato interesse verso questo materiale.

Murano-Merano
Pino Castagna, Bamboo, 2011 @foto Francesco Ferruzzi
Francesco Gennari, Tre colori per presentarmi al mondo, la mattina, 2008 @foto Francesco Allegretto
Jan Fabre, Planets I-IX, 2011 @foto Francesco Allegretto
 Jan Fabre, Planets I-IX, 2011 @foto Francesco Allegretto
Javier Pérez, Corona, 2011 @foto Francesco Allegretto
Juaume Pleansa @foto Francesco Allegretto
Koen Vanmechelen, The Eggcord, 2008 @foto Francesco Allegretto
Maria Roosen, Washed Tree Flour, 2009/2011 @foto Francesco Allegretto
 Marya Kazoun, Self-Portrait, 2003-present @foto Francesco Allegretto
Marya Kazoun, Self-Portrait, 2003-present @foto Francesco Allegretto
Michael Joo, Expanded Access, 2011 @foto Francesco Allegretto

L'avvio del percorso qui tracciato fu la mostra Glasstress, evento collaterale della Biennale di Venezia 2009, giunto quest'anno alla terza edizione. La creatività applicata al vetro si manifesta in molteplici prospettive, quella dell'artigiano, che padroneggia tecniche antiche, quella del designer, che plasma la materia per dare forma a nuove prospettive di utilizzo e piacere estetico, ed infine quella dell'artista, intento a rimescolare le carte per incarnare nel vetro nuove forme e suggerire col vetro coraggiosi cammini della fantasia.

Michael Joo, Expanded Access, 2011 @foto Francesco Allegretto
Monica Bonvicini, Tears, 2011 @foto Francesco Allegretto
 Nabil Nahas, Untitled VP # 1, 2011 @foto Francesco Allegretto
 Oleg Kulik, Deep Into Russia, 2011 @foto Francesco Allegretto
 Oleg Kulik, Deep Into Russia, 2011 @foto Francesco Allegretto
Orlan, Miroirs Portrait-Stress of Our Society, 2009 @foto Francesco Allegretto
Ursula von Rydingsvard, Glass Corrugated, 2010 @foto Francesco Allegretto
Aldo Mondino, Totem @foto Francesco Ferruzzi

  • shares
  • Mail