HYPERLUCID - Biennale di Praga


Sotto la direzione artistica di Helena Kontova e Giancarlo Politi, si è aperta il 14 maggio la 4° Biennale di Praga, che rimarrà aperta al pubblico fino al 26 luglio 2009.

Delle molte iniziative in programma vi segnalo "HYPERLUCID -Training to live in a new reality". A cura di Domenico Quaranta, la mostra è inserita nella sezione Extended Painting e raccoglie lavori che esplorano il confine invisibile fra realtà "apparente" e realtà mediata: un confine che nel contesto contemporaneo, dove i media non producono più simulacri, ma eventi, storia, vita (si pensi alle immagini dell'11 settembre come suggerisce il curatore, ma vorrei tornare anche più indietro alle immagini della guerra in Vietnam...), diventa inesorabilmente più sfumato. I media rendono possibile la creazione di nuovi livelli di realtà, al contempo astratti e iper-reali: l'esempio più calzante? Il video game: un vero e proprio training alla vita simulata in cui si vene condotti passo passo e per livelli successivi dentro un mondo virtuale. L'obiettivo non infatti esporre quadri, ma selezionare opere capaci di genera immagini, codificare, alcune volte mettere in contrasto linguaggi diversi. Per chi volesse approfondire, è consigliabile la lettura del testo critico che introduce il catalogo, consultabile a questo link.

Artisti selezionati per l'esposizione: Alterazioni Video; Gazira Babeli; Shane Hope; Miltos Manetas; Gerhard Mantz; Eva e Franco Mattes; UBERMORGEN.COM; Damon Zucconi

Hyperlucid
Hyperlucid
Hyperlucid
Hyperlucid
Hyperlucid

Hyperlucid

  • shares
  • Mail