David Uhl, incontro casuale al Vaticano per il 110° Anniversario di Harley-Davidson

Un olio di Uhl per coronare le celebrazioni per il 110° Anniversario di Harley-Davidson che si svolgeranno nella capitale e a Città del Vaticano.

Cento primavere + 1 decennio, l'occasione per festeggiare numerosi traguardi in casa Harley-Davidson e per stuzzicare la creatività del pittore David Uhl, artista ufficiale del marchio che ha concentrato lo spirito dell'evento in “Incontro casuale” , dipinto ad olio che testimonia l'incontro immaginario di un funzionario in abiti talari con un'Harley, in primo piano, che si staglia sullo sfondo della Basilica di San Pietro e del colonnato del Bernini, il tutto immerso nell'atmosfera del cielo al tramonto che ricorda il fulgore dei dipinti rinascimentali e si accende di bagliori rosati.

Un'opera inedita, che sarà disponibile in tiratura limitata di 50.000 cartoline stampate, realizzata dall'artista per celebrare in collaborazione con il Vaticano, l’evento romano del 110° Anniversario, una quattro giorni romana da duri e puri (13-16 giugno), per la quale Harley-Davidson ha realizzato una vera e propria guida ufficiale disponibile via apposite applicazioni Apple e Android.
Perché adagiata sui sampietrini, questa moto, trattasi precisamente di una modello FL Panhead del 1948 che, citando testuali parole del nostro cortesissimo consulente di "di Low Ride" Lorenzo Rinaldi:

si può definire come un modello di transizione tra l’FL con motore Knucklehead (teste a nocche) del ‘47 e l’Hydra Glide del ‘49 con motore Panhead (allego foto di entrambe), che montava la prima forcella telescopica idraulica (da cui il nome Hydra). Il motore Panhead (ossia con le teste del motore a forma di padella) fu introdotto infatti nel 1948. Quello dell’immagine è quindi uno dei primi modelli FL che montano questo motore, che aveva, su questo modello, la cilindrata di 74 pollici cubi (1200 cc). La forcella è invece ancora un Springer, quella idraulica sarebbe arrivata l’anno dopo. Mi sa che sto scrivendo troppo, eh...

Un prete che ci ricorda un po' questo qui:

E aggiungiamo che la lei metallica assomiglia ad una scultura e riempie la tela con una sensazione di sacralità trasmessa dall'ambiente alle due ruote, al centro di una religione fatta di strada, di vento, di libertà e di viaggi.

Via | mailing.trezzirp.it

  • shares
  • Mail