A Venezia, le sculture di Pietro Cascella

Pietro Cascella Ara Pacis, 2007, marmo di Carrara, Pietrasanta (courtesy eredi Pietro Cascella, foto Aurelio Amendola)

Ad un anno dalla scomparsa di Pietro Cascella, il Ministero per i Beni e le Attività Culturali rende omaggio al famoso scultore con una mostra allestita al Giardino delle vergini dell'Arsenale di Venezia. Verranno esposte alcune delle opere più significative della scultura “ambientale” di Cascella, realizzate in marmo di Carrara: “Porta” del 1966, “Colonna” del 1991 e la recente “Ara Pacis” del 2006, finora inedita. Concentrandosi sugli spazi aperti, la scultura di Cascella poco si presta a una mostra celebrativa: delle opere inamovibili, però, verranno messe in mostra alcune gigantografie. Alcuni esempi? Il celebre “Monumento di Auschwitz”, “l’Arco della pace” di Tel Aviv e il “Monumento a Giuseppe Mazzini” di Milano.

Scultore che ha fatto parlare molto di sé per le sue personali frequentazioni (Sandro Bondi, Silvio Berlusconi), Pietro Cascella si trova ora al centro di una rivisitazione della sua figura. Probabilmente, quand'era in vita, si era attirato le antipatie di gran parte dell'opinione pubblica per aver progettato il mausoleo di Silvio Berlusconi ad Arcore. Ma da qualche tempo, alle polemiche sulle sue amicizie sono seguite le valutazioni più strettamente artistiche, come, alla fine, è giusto che sia. E i più diffidenti verso la sua scultura troveranno invece una sensibilità artistica molto sviluppata, sia per la volontà di fare dell'arte una riflessione diretta sulla contemporaneità, sia per la volontà di rendere partecipe lo spettatore delle sue sculture, che spesso sono all'aria aperta e liberamente frequentabili. Arte per strada, nei parchi, tra la gente.

Venezia, Arsenale, Giardino delle Vergini.
Dal 7 giugno al 22 novembre 2009.
Orario: dalle 10 alle 18. Chiuso il martedì.

Pietro Cascella

Pietro Cascella Ara Pacis, 2007, marmo di Carrara, Pietrasanta (courtesy eredi Pietro Cascella, foto Aurelio Amendola) Pietro Cascella La nave, 1987, marmo di Carrara, lungomare di Pescara (foto Lorenzo Capellini) Pietro Cascella Monumento di Auschwitz, 1958 – 1967, pietra arenaria “radkuf”, Auschwitz (foto Alberto Grifi)

  • shares
  • Mail