"Incendiarsi" di entusiasmo per la mostra-asta al Pan di Napoli per ricostruire Città della Scienza

"Incendio" ha due significati in questi giorni per la città di Napoli. Una città che ha più volte dimostrato di essere come la Fenice che risorge dalle ceneri.

Opere al Pan per la mostra Incendium

Da una parte ricorda il tragico evento che ha interessato la città della Scienza di Bagnoli lo scorso Marzo, dall'altra è sinonimo di rinascita, di "incendiare" l'animo dalla passione per l'arte. Questo l'invito rivolto a tutti dell'associazione culturale Tempo Libero, che stasera inaugurerà la mostra Incendium al Pan di Napoli, dando il via nei prossimi giorni all'asta di beneficienza, per la ricostruzione del polo scientifico partenopeo.

Incendium presenterà 140 opere di artisti da tutto il mondo, che si sono avvicinati con le loro tecniche preferite come pittura, scultura, fotografia e creazione di gioielli a questa causa. Alcuni di loro hanno realizzato opere appositamente per la mostra creando un filo di comunicazione tra la propria sensibilità e quella di una terra minata dal tragico episodio.

Silvana Parente, Diana Franco, Ahmad Eddin, Cherish Gaines, Mathelda Balatresi, Alma Carrano, Nil Birgoren Anna e Rosaria Corcione e Pietro Loffredo
, sono solo alcuni dei 140 artisti che vi prenderanno parte, con la speranza che l'asta organizzata per il 20 Giugno porti a dei buoni risultati. Per visitare la mostra si ha tempo, invece, fino al 24 Giugno.

La bellezza di un'iniziativa di questo tipo è l'entusiasmo con cui hanno contribuito tantissime associazioni e attività dai ristoranti per il buffet alla Sovrintendenza dei Beni Culturali, la Fondazione Idis Città della Scienza, l'Unione Industriali della città di Napoli e l'editore Paparo per la realizzazione del catalogo. Ognuno insomma potrà sentirsi utile con un solo sguardo d'amore per l'arte.

Foto| www.incendium.it

  • shares
  • Mail