Deredia a Roma: mostre e progetto circolare per la pace

Deredia a Roma (San Lorenzo in Lucina)

Le mostre inaugurano il 23 giugno in due sedi diverse, ma alcune delle sue sculture sono visibili già da qualche giorno disseminate in luoghi storici e piazze del centro romano. Si tratta di "Deredia a Roma", un evento a più sfaccettature che consiste in una mostra di arte contemporanea e allo stesso tempo in una manifestazione per la pace, ideato dall'artista costaricano Jiménez Deredia, che da trent'anni vive sotto le cave di Carrara.

Per chi volesse compiere il percorso in città, fino al 30 novembre le sculture si trovano liberamente tra il Foro e il Colosseo, a piazza Barberini e San Lorenzo in Lucina (la scultura che ho fotografato e allegato al post), a pagamento nei cortili del Museo Nazionale Romano di Palazzo Altemps e di Palazzo Massimo.

Per chi volesse vedere i lavori dell'artista in ambito museale le mostre sono "Deredia. La genesi e il simbolo" fino al 30 novembre al Foro Romano, che per la prima volta ospita opere di arte contemporanea. 8 grandi sculture in marmo saranno collocate tra l'Arco di Tito e la Curia del Senato. E poi "Deredia. La Ruta de la Paz", fino al 13 settembre a Palazzo delle Esposizioni.

Deredia a Roma
Deredia a Roma (San Lorenzo in Lucina)
Deredia a Roma (San Lorenzo in Lucina)
Deredia a Roma (San Lorenzo in Lucina)

Un'impresa articolata voluta dall'artista nella capitale, per presentare "La Ruta de la Paz - il Cammino della Pace", il suo progetto ambizioso che si realizzerà nel continente americano e che toccherà nove Paesi, dal Canada alla Terra del Fuoco in Argentina. In questi luoghi Deredia intende collocare altrettante immense strutture monumentali, realizzazioni di scultura ed architettura ispirate agli elementi circolari che ogni Paese e popolazione del luogo possedevano prima della conquista di Cristoforo Colombo, e sincronizzate con le costellazioni di ciascun sito.

Le sculture esposte al Foro costituiscono parte del progetto pan-americano che, nei suoi dettagli e nella totalità, si potrà apprezzare nella mostra di Palazzo delle Esposizioni, dove saranno presentati i progetti architettonici, le relative sculture in formato ridotto ed opere monumentali in bronzo.

Per quest'evento che mira anche a recuperare il senso della circolarità, che esiste da sempre nell'uomo, Deredia ha scolpito oltre 600 tonnellate di pietra di Carrara. L'ispirazione del progetto circolare nasce da un mistero antico, quello delle sfere precolombiane in pietra, costruite dagli antichi indiani Boruca del Costa Rica circa 2000 anni fa. La simbologia legata alla sfera descrive la trasmutazione della materia ed il cerchio l'essere alla ricerca di se stesso.

Spero di poter visitare una o più delle mostre in corso, anche per fare un confronto con l'altro evento dedicato alla scultura collocata in siti archeologici, quello di Itto Kuetani.

  • shares
  • Mail