Alberto Burri: grandi opere a Castelbasso

Alberto Burri a Castelbasso

In Abruzzo, nel borgo medievale di Castelbasso, in provincia di Teramo, aprirà il 21 giugno una personale di Alberto Burri, per la prima volta in questa regione! Che bel segnale di vita culturale, dopo il terremoto...

Quattri grandi sale di Palazzo Clemente ospiteranno circa venti opere dell’artista umbro, celebre in tutto il mondo per le sue “Combustioni” e i suoi “Cretti”, ma non solo. Non si tratta di un’antologica, ma di una mostra che vuole evidenziare l’importanza dei materiali nell’arte informale di Burri, che è sì una pittura, ma fatta di catrame, muffe, caolino, legno, ferro, sacchi, cellotex.

Alberto Burri iniziò il suo percorso creativo in un campo di detenzione in Texas, dopo esser stato fatto prigioniero dagli inglesi durante la Seconda Guerra Mondiale. Era laureato in medicina: i materiali di fortuna che trovò nel campo diedero l’impulso iniziale allo sviluppo della sua arte, e tornato in Italia si dedicò totalmente alla produzione artistica, con enorme successo. Prese parte alla fondazione del gruppo Origine, e divenne uno dei massimi protagonisti dell’arte del XX secolo.

Personalmente amo molto Burri, e i momenti passati davanti ai suoi grandi “Cretti” esposti nella mostra dello scorso inverno in Triennale li ricordo come molto “intensi”. Ma sono un po’ lontana dall’Abruzzo…
Fino al 30 agosto.

Alberto Burri a Castelbasso
Alberto Burri a Castelbasso
Alberto Burri a Castelbasso
Alberto Burri a Castelbasso

  • shares
  • Mail