A Modena, Direct Digital: l'arte visiva e il computer

digital art

All'Ex Ospedale Sant’Agostino di Modena, fino al 28 giugno, si svolgerà un'interessante rassegna sulla digital art. Un evento, chiamato "Direct Digital", che intende costituire una piattaforma europe per tutti quegli artisti che utilizzano il computer per creare le proprie opere. Una sorta di democraticità dell'arte, basata sul presupposto che ognuno, data la diffusione del computer, può improvvisarsi artista. La mostra comprende installazioni di alcuni dei più grandi digital artist della scena, come Heinrich Gresbeck, Douglas Gordon, Philippe Parreno e Bill Viola.

Più che una mostra è un vero e proprio evento. Il programma, ricchissimo, si pone come un'esperienza completa dei sensi: dalle installazioni alle serate musicali, alle proiezioni cinematografiche. In quest'ultimo settore, bisogna segnalare laproiezione del film Metropolis con le musiche appositamente realizzate da Jeff Mills. E in più, workshop e reading letterari (sarà presente Paolo Nori). Insomma, un applauso all'ex ospedale Sant'Agostino, che si conferma come uno dei poli più dinamici dell'arte visiva. Fa piacere che questo evento dal respiro internazionale, una testimonianza di quanto avviene in tutto il mondo in uno dei settori dell'arte più vivaci, si svolga in Italia.

  • shares
  • Mail