Per Kirkeby alla Tate Modern

Per Kirkeby

Parliamo per la prima volta su artsblog di Per Kirkeby (1938), in occasione di una grande personale che aprirà il 17 giugno a Londra, alla Tate Modern.

Nato nel 1938, danese, è forse il più famoso artista scandinavo vivente. Pittore e scultore, ma anche poeta e filmaker, nasce in realtà come biologo. La mostra vuole proprio esplorare tutte le capacità creative dell’artista, a cui viene dedicata una grande antologica nel Regno Unito per la prima volta. Davvero eterogenea la sua azione, se pur da autodidatta: performance con Nam June Paik negli anni Sessanta, sculture in mattoni in esterni dagli anni Settanta (una è presente in Italia a Torino, in Largo Orbassano), sculture in bronzo, scritti e poesie, elaborazioni grafiche e naturalmente i dipinti per i quali è famoso, in cui si può intravedere l’influenza di Munch nell’uso del colore.

Colore denso, materico, stratificato, semplicemente allusivo. Nessuna rappresentazione, in tutte le "arti" di Kirkeby: la decodifica e la lettura delle opere (spesso senza titolo) spettano completamente allo spettatore e alla sua intuizione. Da scoprire. 146 i lavori in mostra, fino al 13 settembre.

Per Kirkeby
Per Kirkeby
Per Kirkeby
Per Kirkeby
Per Kirkeby
Per Kirkeby

  • shares
  • Mail