Le cose non sono le cose


Inaugura il prossimo sabato 20 giugno negli spazi del Laboratorio 21 di Viareggio il primo appuntamento della piattaforma espositiva Le cose non sono le cose. Un percorso a cura dell'Associazione Culturale Soggetti in Movimento, che si svolgerà in quattro tappe durante l'estate. La formula è quella dell'evento breve, di una giornata. Una sorta di estemporanea che unisce mostra e liveset audiovisivo.

La rassegna nasce all'insegna della sperimentazione, con l'intento di interpretare l’inversione e il contrasto tra ciò che nell'arte è espresso e ciò che è inteso esprimere. Capita infatti che per capire meglio la forma di un oggetto lo si debba rovesciare. Capita anche che l'atto stesso del rovesciamento possa servire a rafforzare l'idea e che l'operazione di detournement sia compresa in un discorso artistico che punta allo straniamento. Ci sono anche volte in cui le cose da dire suonano troppo dirette o scomode. Allora, a volte, dalle contraddizioni emerge nuovo senso e una nuova chiave di lettura, una luce che può 'tagliare' le opere e gli autori da nuovi punti di vista.

Si parte sabato 20 alle 19,30 con la fotografia. La serata prosegue con il dj set di De la Muzik e Dj Derrick. In mostra opere di Mauro Moriconi, Valentina Ragozzino, Luca Del Grande e Francesca Catastini. Quattro sguardi a confronto, quattro modalità espressive che rispecchiano un rapporto artistico e professionale con questo mezzo espressivo così versatile e diffuso, ma che al contempo può essere sintomo dell'unicità di un punto di vista.

Le cose non sono le cose
Le cose non sono le cose
Le cose non sono le cose
Le cose non sono le cose
Le cose non sono le cose

  • shares
  • Mail