La scena contemporanea newyorchese in mostra al Macro

New York minute

Le acque cominciano a muoversi dalle parti del Macro di Roma, dove dal 19 settembre è prevista una grande mostra sulla scena dell'arte contemporanea newyorchese. Giovani artisti per una scelta coraggiosa, quella del nuovo direttore del Macro Luca Massimo Barbero. New York minute è una serie di istantanee: Street punk, Wild figuration e New abstraction.

A cura di Kathy Grayson , in collaborazione con Departfoundation, New York minute presenta per la prima volta in Europa un gruppo di artisti visivi che confondono e mescolano insieme vita ed arte. Poi concerti e live shows, videoproiezioni, performances per vivere l'evento a contatto con gli artisti.

Dal 19 settembre al primo di novembre sessanta artisti che vivono, lavorano o in qualche modo gravitano intorno a New York. Approcci diversi alla creatività che descrivono la drammaticità, il pericolo, la velocità e il dinamismo nel rapporto con la città.

New York minute
New York minute
New York minute
New York minute
New York minute

Per Street punk abbiamo Dash Snow, Terence Koh alias asianpunkboy, Nate Lowman, Gardar Eide Einarsson, Aurel Schmidt e Ryan McGinley: artisti che partono dalla strada e dall'osceno per descrivere e salvaguardare scintille di energia libera ed anarchica. In Wild figuration Chris Johanson, Jim Drain, AVAF (Assumed Vivid Astro Focus), Paper Rad, Takeshi Murata e Jules de Balincourt. Artisti che lavorano con la potenza espressiva del colore, sul frammento e il gusto “fumettoso”.

Infine in New abstraction Dan Colen, Rosson Crow o Sterling Ruby, Tauba Auerbach, Xylor Jane o Ara Peterson, propongono l'aspetto più comunicativo della loro pittura astratta. Per precisione vi comunico che le immagini presenti nella galleria non sono quelle in mostra al Macro, ma immagini rappresentative del lavori dei singoli artisti.

New York minute
New York minute
New York minute
New York minute
New York minute

  • shares
  • Mail