Le opere dell'assassino Sydney Teerhuis-Moar potranno essere vendute


Un caso molto strano è capitato in Canada. Il Dipartimento di Giustizia di Manitoba ha deciso che il sito web di Sydney Teerhuis-Moar potrà continuare ad esporre e a promuovere il lavoro di questo artista, di recente condannato per omicidio.

E non si tratta di un omicidio qualunque. Il pittore canadese ha raggiunto il suo amante Robin Greene in una stanza d'albergo, dove gli ha tagliato pene e testa.

La legge canadese proibisce di trarre profitti da opere dell'ingegno che derivino da crimini. Il fatto è che Sydney ha scambiato con vestiti e cibo alcune delle sue opere, direttamente dal carcere, con un compagno di cella che poi ne è uscito ed è entrato in possesso dei quadri. L'idea di realizzare il sito, ancora non aperto, è stata di quest'ultimo, e non dell'artista. Da qui il nulla osta dell'autorità giudiziaria.

Via | Arcadja

  • shares
  • Mail