3 collezionisti d'arte al top nel 2009


Non c'è crisi finanziaria che tenga per l'incontenibile passione per l'arte di alcuni collezionisti. Certo, in qualche caso (tutti) anche il loro patrimonio risulta relativamente incontenibile, ma bisogna comunque tributare il rispetto dovuto a chi decide di investire tanto nelle opere della creatività e dell'ingegno altrui.

1. François Pinault. Il miliardario francese sposato con Salma Hayek, solo quest'anno, ha aperto un nuovo museo a Venezia, la "Punta della Dogana", con straordinario successo di pubblico. Se Pinault non è del tutto al top per quantità di investimenti, lo è probabilmente per il coraggio e per la qualità.

2. Philip Niarchos, nipote dell'armatore greco Stavros Niarchos, ad oggi possiede quella che è ritenuta la collezione di maggior valore al mondo, che potrebbe sfiorare i 2 miliardi di dollari di valore. Molto è dovuto a suo padre, che cominciò a raccogliere opere di grande valore fin dagli anni '50, ma Philip non è stato da meno, mostrando gusto e abilità. Fino a fare suo l'autoritratto di Vincent Van Gogh con l'orecchio bendato e "Yo, Picasso", uno dei più famosi autoritratti di Pablo Picasso.

3. David Geffen, tycoon dell'industria dell'intrattenimento (cinema e musica, soprattutto, cofondatore della Dreamworks, insieme a Steven Spielberg). Ha collezionato quasi 1 miliardo di dollari di opere d'arte, fra le quali molti De Kooning, Jasper Jonhs e Jackson Pollock.

  • shares
  • Mail