A Lucca, le foto di Man Ray a sua moglie Juliet Browner

Man Ray

"Man Ray. The Fifty Faces of Juliet 1941 - 1955" è il titolo della mostra che il Lu.C.C.A., il Lucca Center of Contemporary art, dedicherà all'artista americano noto per essere stato uno dei principali esponenti del dadaismo, nonché provocante regista. Per l'occasione verranno esposti 50 ritratti fotografici della moglie Juliet Browner, l’affascinante modella che Ray prese in moglie nel 1946.

50 fotografie, dunque, stampe originali realizzate attraverso tecniche e stili diversi. Alcune sono state colorate a mano, altre con una semplice matita, altre modificate con un intervento grafico, altre ancora con l'aggiunta di una stoffa. E così, Man Ray reinventa, definisce, modifica, aggiunge personalità a quella che dovrebbe essere l'arte più "obiettiva", la fotografia, e alla compagna di una vita.

Una bella mostra: intanto perché riunisce dei contributi fotografici per lo più sconosciuti ai cultori dell'artista; e poi perché impressiona notare come questi scatti si integrino perfettamente nella produzione di Man Ray. Ricordando alcune immagini del suo film "Paris la belle" e, soprattutto, evocano quel surrealismo che anima i suoi quadri. Insomma, un'occasione per conoscere al meglio un'artista simbolo del '900.

Man Ray

Man Ray Man Ray Man Ray

Man RayMan Ray

  • shares
  • Mail